UNIONE DEI COMUNI Sei in: Home >  Servizi >  Governo del territorio >  Attività di Bonifica >  Il Contributo

Il Contributo

Il contributo consortile costituisce la quota dovuta da ciascun cittadino per le spese per la manutenzione, l’esercizio e la custodia delle opere di bonifica eseguite nel comprensorio ai sensi degli art 7, 11, 17, 21, 59 del Regio Decreto n. 215/1933,dell’art 860 del Codice Civile e dell’art 16 della L.R. N. 34/94 e successive modificazioni.
 
“L’ammontare del contributo consortile è determinato con la deliberazione di riparto della contribuenza, in proporzione ai benefici derivanti a ciascun immobile dalle attività di bonifica realizzate. A tal fine il consorzio elabora un Piano di Classifica degli immobili che individua i benefici derivanti dalle opere di bonifica, stabilisce i parametri per la quantificazione dei medesimi e determina per ciascun immobile l’indice di contribuenza derivante dal calcolo parametrale.” (art 16 L.R. 34/94 comma 2-3)
 
“Il consorzio è costituito tra i proprietari degli immobili agricoli ed extra-agricoli situati nell’ambito del relativo comprensorio di bonifica, che ricevono o possono ricevere benefici dall’attività di bonifica già realizzata ovvero da attuare secondo i piani generali di bonifica ed i programmi pluriennali” (art 15 L.R. 34/94 comma 1). “La partecipazione al consorzio è obbligatoria. La qualifica di consorziato s’intende acquisita con l’iscrizione delle proprietà immobiliari nel perimetro di contribuenza” (art 15 comma 3 L.R.34/94)
Nell’ambito del comprensorio viene delimitato il perimetro di contribuenza: esso individua l’area territoriale che ricomprende gli immobili che ricevono beneficio dalla gestione dei corsi d’acqua per la diminuzione del rischio idraulico, per la difesa del suolo e per la tutela del territorio e delle sue risorse ambientali, operata quotidianamente da un Consorzio di Bonifica. Tutti i proprietari degli immobili agricoli ed extragricoli che ricevono beneficio dalle opere di competenza consortile, e che per tale motivo sono inclusi nel perimetro di contribuenza, sono associati obbligatoriamente ad un Consorzio di Bonifica (art. 15 della L.R. 34/1994) e sono chiamati a contribuire in proporzione al beneficio ricevuto dall’attività consortile, secondo i criteri indicati nel piano di classificae secondo la ripartizione stabilita dal piano di riparto.
 

Il Piano di Classifica è uno strumento che, mediante l’utilizzo di parametri tecnici ed economici, individua e quantifica i benefici che gli immobili ricadenti all’interno del perimetro di contribuenza traggono dalle opere e dall’attività di bonifica. Le entrate tributarie (ruoli), necessarie perché l’Ente possa svolgere i compiti affidatigli da legge, vengono pertanto ripartite tra i proprietari di immobili del comprensorio secondo questo piano, che dunque valuta come il tributo si ripartisce sul territorio sulla base del beneficio relativo tra gli immobili. Il Piano di Classifica garantisce cioè, grazie ad una approfondita ricerca, una puntuale individuazione di benefici e, quindi, un corretto esercizio del potere impositivo.

Dimensione del testo Caratteri del testo:    Molto piccoli | Piccoli | Normali | Grandi | Molto grandi